Il Giangi, il Ragioniere e il Siringa: triade infausta del fitness

0 Condivisioni

Mi perdoneranno gli amici ortopedici se mi impossesso del concetto di triade infausta (per i non addetti ai lavori si tratta di uno spiacevolissimo evento traumatico che determina la rottura dei legamenti collaterale, tibiale e crociato anteriore del ginocchio con intuibili conseguenze). E mi perdoneranno anche coloro che con pazienza leggono ogni volta ciò che scrivo se per parlare di 3 personaggi noti nel mondo del fitness evito di citarli con nomi e cognomi. I più arguti in ogni caso non faranno fatica a capire a chi mi riferisco.

Il Giangi sarebbe l’elemento più allegorico della infausta compagnia, con un sorriso di plastica degno di una pubblicità di adesivo per dentiere da discount, è conosciuto nell’ambiente anche come la prostituta del fitness. Dagli 300 euro e lui promuoverà a spada tratta qualsiasi americanata possa generare fascino su qualche insicuro ricercatore del trofismo muscolare. Anche teorie assurde e in contraddizione con la storia evoluzionistica e la fisiologia umana. Ogni tanto guarda alle peggiori nefandezze che giungono da oltre oceano, ne cambia un po’ il nome e le rilancia in Italia. L’ultima delle sue mirabilanti scopiazzature è costata all’ideatore (un americano ovviamente) la condanna al carcere con ben 11 capi di imputazione. Ma qui siamo in Italia e non si corrono rischi.

Il Ragioniere, un metro e quaranta di ex volumi muscolari, ora fagocitati e da anni in attesa di digestione (da cui l’addome prominente) dopo aver spacciato per teoria dell’allenamento un ammasso di schede stampato su carta riciclata, ora si diletta perfino di medicina lasciando intendere che dal basso della sua cultura è capace (a pagamento ovvio) di risolvere quasi ogni problema che la scienza ufficiale (quella che prevede lo studio per intenderci) non è in grado di fare. A qualsiasi critica gli si faccia risponde inondando di link ad abstract che non ha mai neppure letto e che spesso dicono l’esatto contrario di quello che lui stesso sostiene, o alle classiche foto del prima e dopo.

Il Siringa è quello maggiormente colpito da acromegalia, come un cantante neomelodico continua a firmare articoli con la sua foto dei bei tempi andati, quando il GH esogeno (e non solo quello) scorreva lieto nelle sue vene. Ora si limita a prescrizioni su fogli a quadretti rilasciate ai suoi adepti, contando su qualche amico farmacista compiacente che provvede a chiudere il cerchio. Osannato e ricercato da pseudo atleti, molto meno osannato ma certamente più ricercato, da veri poliziotti che ogni tanto non disdegnano di andarlo a trovare per una perquisizione.

Sono personaggi un po’ vintage che reciprocamente si spalleggiano e, grazie a internet e a FaceBook in particolare, stanno vivendo una nuova giovinezza, del resto i polli continuano a nascere, e loro hanno gioco facile e guadagni interessanti. Fin qui tutto bene, o meglio… non si può evitare che prima o poi i polli incontrino le volpi, quindi la natura fa semplicemente il suo corso.

Quello che davvero mi rammarica, e che poi mi ha spinto a scrivere queste poche (e apparentemente confuse) considerazioni, è vedere fra i seguaci di questi irriducibili guru con molta dimestichezza per ago e siringa, persone delle quali ho avevo un livello di stima professionale particolarmente elevato e che naturalmente e con rammarico dovrò riconsiderare.

alimentazione alimenti allenamento BCAA bodybuilding bruciagrassi bufale caffeina calcio cancro carboidrati cardiofitness carnitina coronavirus detraining dieta dieta alkalina dimagrire distrofia muscolare doping epigenetica età evolutiva fenomeni del fitness grassi halloween integratori kettlebell memoria muscolare miele motivazione ortoressia paleodieta paleofitness pedagogia ph proteine prova costume ricomposizione corporea rimini wellness running scienze motorie sistema immunitario sovrappeso tapis roulant veg

Post Correlati

Ancora nessun commento, fai sentire la tua voce!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *