L’ora ideale per allenarsi bruciando i grassi!

Argomento della 380° puntata - 11 giu 2019:

Siamo a giugno inoltrato e la prova costume è praticamente alle porte, masse di ritardatari stanno cercando di salvare il salvabile nel tentativo di “buttar giù” qualche chilo, c’è un orario ideale per allenarsi sperando di dimagrire maggiormente?

La risposta sintetica è “sembrerebbe di si”, c’è una parte della giornata nel corso della quale è più facile bruciare i grassi. Prima però di segnalare qual è, è opportuno chiarire bene cos’è il dimagrimento e il fatto che è prevalentemente connesso con il consumo energetico totale nel corso della giornata/settimana, più che con la quota di grasso impiegata nel corso dell’attività fisica vera e propria.

Tuttavia due recenti studi evidenziano come i cicli circadiani siano un fattore importante nel modo in cui il corpo risponde allo sforzo fisico. Del resto ogni aspetto della nostra fisiologia e del metabolismo è regolato dai cicli circadiani per effetto dell’influenza esercitata dalla luce.

Da tali studi emerge che il momento migliore sia verso la conclusione della fase attiva del soggetto, che nella maggior pare dei casi coincide con le ore serali, rendendo per altro perfetta la situazione in questo periodo dell’anno in cui le giornate si sono molto allungate.

I ricercatori hanno scoperto che l’attività fisica nella parte terminale della fase attiva del soggetto determina livelli più alti di un prodotto metabolico la cui sigla è ZMP il quale attiva le vie metaboliche correlate alla glicolisi e all’ossidazione degli acidi grassi attraverso l’attivazione di AMPK (proteina chinasi AMP dipendente), che è un regolatore metabolico fondamentale a livello cellulare.

Per comprendere quanto sia importante il metabolita ZMP basti pendare che è simile ad un composto endogeno usato come prodotto dopante da parte di alcuni atleti.

Nelle ore serali le fluttuazioni non riguardano soltanto lo ZMP, ma anche altre proteine coinvolte in risposta all’ipossia, e anche esse implicate nel grado di performance atletica.

In conclusione non sembrano esserci ulteriori possibili scuse per la propria sedentarietà, le giornate si sono allungate, è possibile allenarsi anche all’aperto, ed è la fase della giornata in cui si brucia un maggior numero di grassi. L’unico elemento che si potrebbe ancora migliorare è quello di non aspettare giugno per correre ai ripari, ma restare attivi tutto l’anno.