Il tuo medico, è un buon medico?

Argomento della 442° puntata

L’idea per la puntata di oggi mi è venuta leggendo la storia di un signore che si era recato dal medico perché si sentiva poco bene, non riusciva a perdere peso, era depresso, aveva spesso tachicardia e pressione alta. Il medico gli consiglia di dormire di più, di non stare al cellulare la sera, di mangiare più frutta e verdura e di correre almeno 4 giorni a settimana anche solo per una mezz’ora. Il paziente, che si aspettava “semplicemente” qualche medicina, ringraziò il medico e uscendo dallo studio pensò che fosse il caso di cambiare… medico!

Siamo ormai sempre più abituati a cercare e sperare in una cura, una terapia miracolosa che passivamente risolva i nostri problemi, ma molto spesso la soluzione è semplice, ma occorre aver voglia di metterla in pratica.
Nel 1980 nella contea di Alameda, in California venne condotto uno studio sulla popolazione per verificare quali elementi potessero incidere in modo significativo sull’aspettativa di vita delle persone, ottenendo dei risultati incredibili capaci di aumentare l’aspettativa di vita anche di 12 anni cambiando semplicemente 6/7 abitudini errate ma radicate.

D. In questo caso la domanda è scontata, quali sono queste 7 abitudini?

I magnifici 7 di Alameda sono semplicemente:
1 – Dormire 7/8 ore per notte
2 – Fare regolarmente colazione
3 – Evitare gli spuntini tra i pasti
4 – Mantenere un peso forma adeguato
5 – Eliminare gli alcolici o usarli con grande moderazione
6 – Allenarsi regolarmente
7 – Non fumare
Nessun farmaco, nessun particolare sacrificio, la sorprendete efficacia della semplicità