Il fitness non e’ una moda

Argomento della 146° puntata - 28-01-2014:

Il mercato del fitness sembra essere diventato il business del secolo, cantanti, attori, stilisti, che un tempo cercavano di mettere a frutto i loro guadagni investendo in ristoranti di lusso, ora sembrano tutti pronti ad aprire una palestra. Senza voler fare nomi la diffusione di centri fitness legati a personaggi famosi sta dilagando espandendosi a macchia d’olio.
In quella che è la società dell’apparire anche il risultato sportivo si ritiene possa essere più semplice da ottenere se si suda su un attrezzo griffato, o nella palestra di quella famosa cantate.

In un mondo in cui la meritocrazia non si sa più cosa sia, il fitness, lo sport, resta una delle ultime frontiere inattaccabili da simpatie, loghi o scorciatoie. Se si vuole ottenere un risultato occorre impegnarsi, e i risultati saranno sempre proporzionali al grado di impegno profuso.

Ai vostri muscoli non importa la marca degli attrezzi, nè quanto avete pagato l’abbonamento in palestra, non fa differenza la griffe del vostro abbigliamento, l’unica cosa che conta è quanto seriamente vi impegnate.

La moda in fatto di fitness non si limita a questo, coinvolge anche il lancio di discipline sempre nuove, molte delle quali hanno solo un nome accattivante e una base musicale che ricorda più una serata in discoteca che un workout. Non è un caso che molte di queste discipline nascano e muoiano nel giro di una stagione, mentre attività apparentemente fuori moda resistono al trascorrere del tempo. Possono farlo per una ragione molto semplice: funzionano!

Se anche gli utenti la smettessero di rincorrere le mode, di pensare che c’è un trucco sempre nuovo, una novità che brucia più calorie della precedente, se dedicassero il tempo investito in queste ricerche maniacali per un allenamento più serio, intenso e frequente, i risultati arriverebbero certamente prima.