I consigli (inutili) per restare in forma durante le feste!

Argomento della 269° puntata - 20-12-2016:

In questi giorni, e secondo un copione che proseguirà sin dopo capodanno, ogni tg, ogni discutibile talkshow televisivo, ospiterà un espero pronto a darci dei suggerimenti per restare in forma malgrado gli eccessi delle feste e, immancabilmente, lo farà con consigli superflui, inutili e banali, come quando in estate ci viene raccomandato di bere molta acqua, di restare all’ombra e di non uscire nelle ore più calde della giornata. E c’è da chiedersi come abbiano fatto le persone a ricordarsi di bere prima dell’avvento della televisione.

L’idea che ci viene proposta in questo periodo dell’anno è quella di limitare le porzioni di cibo e far seguire nei giorni successivi a quelli di eccesso alimentare qualche giorno di restrizioni. In pratica ci viene suggerito di trascorrere le feste come se tali non fossero.

In questi inutili consigli è facile individuare una serie di paradossali controsensi. Le persone abituate a mangiare senza controllo, e spesso incuranti di svolgere attività fisica, non saranno minimamente sfiorate dall’idea di limitarsi proprio nei giorni festivi, quando per altro le tentazioni sono maggiori.

Quelli che tutto l’anno si allenano e pongono attenzione a ciò che mangiano viceversa, staranno un po’ più attenti perché è nella loro natura farlo, sebbene proprio questi ultimi potrebbero permettersi un atteggiamento più rilassato rispetto alla tavola.

Qual è quindi la soluzione? L’unica soluzione possibile è quella di non ragionare sempre e in modo esclusivo sul mero calcolo calorico, limitandosi a cercare una compensazione per gli eccessi al fine di tamponare situazioni particolari e temporanee. Occorre iniziare un lavoro che permetta modifiche negli stili di vita. Più efficace di uno pseudo digiuno di qualche giorno, dopo quelli caratterizzati dagli eccessi, sarebbe quello di regalare o regalarsi un abbonamento annuale in palestra. Meglio ancora da pagare in un’unica soluzione, poiché la leva economica spesso è in grado di essere più convincete di qualsiasi esperto che per 3 minuti l’anno ci propina qualche suggerimento. Il cambiamento del nostro corpo, che non è mai solo estetico, richiede tempo, così come occorre tempo per comprometterlo.

Godetevi quindi questi giorni di festa come è giusto che sia, e certamente lo farete a prescindere dal mio invito, ma iniziate a ragionare seriamente sulla possibilità di un cambiamento, in modo che non resti soltanto uno dei buoni propositi per la fine dell’anno.