Efficacia degli esercizi su una scala da squat a torsioni con bastone

Argomento della 315° puntata - 09-01-2018:

L’efficacia di un esercizio può essere misurata su una scala che va da squat a torsioni con bastone, dove per efficacia intendiamo la capacità di un esercizio di soddisfare le aspettative riposte nella sua esecuzione tenuto conto dei potenziali rischi cui può esporre.

Le cause per le quali non si ottengono i risultati sperati in palestra sono molteplici, ma tra questi probabilmente al primo posto è possibile individuare l’efficacia di un esercizio o della disciplina praticata.

Molto spesso attribuiamo un grado di efficacia, e perfino una stimolazione muscolare, che gli esercizi non possiedono e pertanto non possono condurre verso alcun tipo di risultato, anzi possono perfino esporre a situazioni potenzialmente lesive.

Per questo motivo parliamo di una scala che va da squat a torsioni con bastone. Nel primo caso parliamo di un esercizio che possiede un elevatissimo grado di sicurezza, capace di una attivazione muscolare complessa in termini di porzioni muscolari, e il cui stimolo all’adattamento è probabilmente maggiore rispetto a quanto non ci si possa aspettare.

Sul versante opposto un esercizio di cui altre volte abbiamo parlato, le torsioni con bastone, il cui livello di efficacia è analogo agli effetti che può avere la semplice “speranza” di raggiungere un risultato. L’attivazione muscolare è ininfluente, praticamente meno di zero in considerazione delle aspettative da parte di chi lo esegue, e al tempo steso cela un grado di rischio a carico delle strutture vertebrali e dei dischi intervertebrali che non ci si aspetta da un esercizio con un grado di impegno muscolare degno di uno sbadiglio.

Malgrado ciò rispetto allo squat in molti nutrono una sorta di timore ingiustificato che porta a orientarsi verso varianti discutibili o esercizi il cui grado di attivazione muscolare è ancora una volta troppo basso per innescare adattamenti, mentre un po’ di tempo a fare torsioni con bastone, ciondolare con dei manubri in mano o tirare su la testa da supini con l’aiuto delle mani (speranzosi di una stimolazione addominale) abbondano in ogni scheda.

Tutte le volte che un risultato non arriva, prima di cercare troppo lontano, basta guardare in che punto della scala si collocano gli esercizi preferiti o la disciplina praticata.