Allenamento ideomotorio, se il successo passa dalla mente

Argomento della 224° puntata - 08-12-2015:

Tutti conosciamo l’importanza della motivazione quando si parla di attività sportiva, in questo caso parlando di allenamento ideomotorio ci spingiamo ancora oltre, individuando una specifica metodologia di mental training che prevede di creare una rappresentazione mentale di sè stessi e dei movimenti, delle sequenze di lavoro che andremo a compiere durante un allenamento o una competizione di tipo sportivo, soprattutto in quelle attività dove la tecnica rappresenta un elemento fondamentale. Pensiamo a molte discipline dell’atletica leggera, come i salti, i lanci, ma anche per gli sport di situazione come il calcio, per discipline come il running e anche per gli amanti della MTB.

Si tratta di vere e proprie sedute di lavoro in cui ci si concentra per visualizzare i gesti tecnici, le sequenze finalizzate, non solo con l’obiettivo di migliorare la performance in quanto tale, ma anche per rendere più rapidi i tempi di reazione ad uno stimolo, che può essere la presenza di un ostacolo, di un elemento che interferisce con l’attività, o la risposta ad una azione di gioco.

Il dottor Carpenter, medico e psicologo inglese che per primo studiò questo approccio, ebbe perfino modo di verificare come il solo immaginare in modo preciso e deciso il compimento di un gesto poteva attivare i muscoli deputati a compierlo, esercitando un reale allenamento sotto il profilo nervoso e del controllo del movimento.

Del resto, malgrado non sia esattamente la stessa cosa, conoscono bene l’importanza di una gestione emotiva del carico anche coloro i quali si allenano con i pesi, non è raro infatti sentire che il peso deve essere “sollevato prima con la mente” a indicare che il convincimento e la motivazione nell’ottenere un determinato risultato sono una fondamentale premessa per il suo reale raggiungimento. Non a caso l’espressione della forza di un soggetto è in larga misura deputata al controllo nervoso della muscolatura.

L’allenamento ideomotorio è quindi una valida opportunità soprattutto per chi si allena da molto tempo e cerca nuovi metodi per perfezionare il suo lavoro.