Ad ogni età il suo allenamento

Argomento della 438° puntata

Giovani e giovanissimi: l’ideale in questa fase della vita sono le attività che stimolano la coordinazione, ottime quindi quelle che usano una palla o altri attrezzi che si svolgono in gruppo, poichè aiuta a sensibilizzare anche sul concetti di team e collaborazione. Per gli adolescenti vanno bene anche le discipline individuali dell’atletica che aiutano a vincere ansia e insicurezza, e anche l’uso dei pesi che, oltre a coadiuvare la buona crescita muscolare migliora l’autostima e la percezione di sé.

A 20 anni, le caratteristiche fisiche si sposano benissimo con le attività di forza, ma anche con quelle che richiedono un pizzico di adrenalina e impegno in più. E’ questa la fase in cui sperimentare MTB, Rafting, arrampicata, senza dimenticare le attività di gruppo che consolidano il necessario bisogno di appartenenza.

A 30 anni, soprattutto se il tempo libero inizia a diminuire, e spesso si mette su famiglia, è importante non impigrirsi o lasciarsi trascinare dalla sedentarietà e la vita d’ufficio, è il momento degli allenamenti HIIT che permettono ottimi risultati massimizzando il tempo.

D.: questo è l’allenamento che dovremmo fare noi quindi, giusto? Quello per i 30enni!

Esattamente, ma dal prossimo anno, per questo siamo ancora nei 29. Per chi invece è intorno ai 40, è la fase in cui con più facilità si tende a ingrassare, allenamenti come il lavoro funzionale, il bootcamp che risvegliano il senso di gruppo, ma anche running e lavoro in palestra sono la scelta ideale.

Superati i 50, per chi è sempre stato attivo può proseguire con le attività che ha svolto anche a 40, magari rimodulando l’intensità, chi approccia per le prime volte, meglio associare un lavoro aerobico di media durata all’allenamento con i pesi, non male iniziare a introdurre attività come il Tai-chi per migliorare gli aspetti come l’equilibrio e conservare i parametri della coordinazione.

Dai 60 in poi, si torna ragazzini, non escludete attività musicali di tutti i tipi, che tengano impegnati e conservino interessi e relazioni sociali.