I nuovi mostri: l’antifitness alla fiera di Rimini

Lo so, non vi piacerà quello che sto per dire, e se non fossi esausto dopo una interminabile coda in auto forse lo filtrerei, ma occorre che qualcuno chiami le cose con il loro nome, che qualcuno vi apra gli occhi offuscati dai finti like che vi mettono finti amici per pugnalarvi a tradimento.

Ogni anno al rimini wellness ci sono dei personaggi imbarazzanti, forse nuovi, forse sempre gli stessi… ecco la speciale classifica 2017

#1 – Quelle con 20kg di sovrappeso che si aggirano con vestiti aderenti e sgargianti che neppure gli operai dell’ANAS, ok che non possiamo essere tutti perfettamente in forma (e io sono il primo a non esserlo) ma non è la sagra della porchetta di Ariccia! O dimagritre o cambiate vestiti (o cambiate fiera).

#2 – I morti di figa alti un metro e tanta voglia di crescere, che pesano 45kg bagnati e vanno a elemosinare le foto con le modelle anabolizzate degli store di integratori (che giustamente li guardano schifate). Con lo stesso prezzo del biglietto fiera, dopo le 22.00 in zona centergross, potete provare più emozioni e con testosterone endogeno (questa è un po’ difficile da capire, ma se l’avete capita al volo la prima volta vi ha fatto un po’ male).

#3 – Quelli che fanno tutto l’anno una vita da larva per mettersi in mostra 4gg a Rimini con una canottiera di filo interdentale e una pelle piena di bozzi che neanche un termitaio. Ogni consiglio sarebbe superfluo, salutateli perche alla prossima edizione potrebbero non esserci.

#4 – La coppia freak (marito e moglie) che si aggira per la fiera da che ho memoria, 15 anni fa sembravano due culturisti, 8 anni fa due con le angurie sotto le braccia, da un paio d’anni sembrano due minions… finchè sorte non ci separi!

#5 – Gli anabolizzati che vendono speranze dentro i barattoli degli integratori, un po’ come trovare qualcuno che vende mattoncini di lego alla fiera del cemento armato. Del resto fin tanto c’è chi li compra… (gli integratori intendo).

#6 – Quelli che vanno a Rimini ma la fiera la guardano da casa, troppo intenti a fotografare e fotografarsi con tutti per mettere su FB foto impettite o col vecchio trucco delle braccia intrecciate a spingere sul bicipite per farlo apparire più grosso… vi siete scordati di mettere i pantaloni lunghi, malgrado i filtri le gambe da cicogna purtroppo svelano l’inganno.

#7 – I presenter over 50, parliamone, pure Totti si è ritirato e voi ancora a zompare su un palco, una volta avevate le groupie ad aspettarvi, ora le badanti, eravate i miei miti quando avevo 18 anni e insegnavo aerobica in una palestra di periferia, ora mi fate tenerezza mentre vi vedo mangiare un panino con la frittata tra una esibizione e un’altra.

#8 – Quelle allergiche alla vita, le trovi nell’hotel al mattino prima di andare in fiera, in sala colazione arrivano con gli occhiali avvolgenti, pantaloni così aderenti che potrebbero fare una colonscopia senza toglierli, maglia “assicurati di vedere che l’ho messa per questo”, camminano con la lentezza di un bradipo scrutando tuto il ben di Dio del buffet, ma prendono solo un po’ di latte di soia e mangiano 5 grammi di croccantini che si sono portate da casa nella stagnola e per farlo impiegano 2 ore.

La fiera di Rimini è anche questa, e ciascuno è un po’ mostro per qualcun altro, ci vediamo il prossimo anno 😉

Post Correlati

Ancora nessun commento, fai sentire la tua voce!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *