pierluigi de pascalis - personal trainer  
Home Page Libri pubblicati    
Curriculum Elenco degli articoli  
Rubrica radiofonica  
blog
facebook  Linkedin  Twitter  instagram  Youtube
 


      Blog -
Storie di infarto cardiaco, carnitina, doping e medici antiquati
Quando la semplificazione di un concetto può metterti a rischio di infarto, e un medico bigotto può salvarti la vita.

Storie di infarto cardiaco, carnitina, doping e medici antiquatiLeggevo qualche giorno fa sulla bacheca di un mio contatto i benefici della somministrazioni di testosterone e di quanto siano bigotti i medici a non volerlo prescrivere. A conferma di questa teoria l'immancabile link ad un articolo su PubMed che, come il nero, va bene su tutto, soprattutto se ci si ferma al titolo degli articoli (del resto anche il nero snellisce, ma non fa miracoli).

Non importa questionare su quale dei miei contatti abbia postato questa osservazione, perché è un concetto che sento centinaia di volte al mese, con termini diversi, articoli diversi, ma con un succo del discorso che è sempre lo stesso: non è vero che iniettarsi fa male, sono i medici che non si aggiornano. Frase che esce in questo modo dalla bocca, ma che nel pensiero di chi la formula è: "Vorrei doparmi, anzi quasi quasi lo faccio… dici che fa male? Ma no! Sono i medici che non ne capiscono nulla, ora lo scrivo su Facebook così prendo coraggio".

Il problema di questi ragionamenti risiede dietro una sostanziale mancanza di conoscenza, che viene sostituita dalla semplificazione estrema, e quindi partendo dal titolo di un articolo, si giunge a formulare una soluzione per se stessi e screditare chi ha trascorso anni per una laurea in medicina. Si guarda al tassello e non all'insieme del puzzle, a tutti i "se", i "quanto", i "quando", ecc.

Accade col doping, figurarsi con gli allenamenti, con il cibo o con gli integratori. Ecco proprio un integratore voglio prendere come esempio per spiegare meglio il concetto: la carnitina. Sebbene sia apparentemente un integratore meno "famoso" di tanti altri, si calcola che oltre il 61% dei bodybuilder ne faccia uso in modo inopportuno e spropositato1.

Della carnitina sappiamo tante cose, ma non abbiamo "certezza" di nulla relativamente ai benefici che può avere nella prestazione atletica, nel senso che non vi sono pietre tombali sulla sua efficacia soprattutto in direzione dimagrante (quindi di utilizzo dei grassi, di definizione muscolare, ciascuno valuti la definizione che vuol dare, sappiamo tutti le speranze di chi assume carnitina quali sono).

La carnitina viene perfino prescritta nelle persone che devono migliorare il quadro lipidico in termini preventivi rispetto alle problematiche cardiache e si rivela utile proprio per il mantenimento della salute cardiovascolare. E' possibile trovare tutti gli articoli a sostegno con una semplice ricerca. La logica e semplicistica conseguenza dovrebbe essere, se la carnitina è utile nelle problematiche cardiache e nella loro prevenzione (e lo dice anche PubMed), dato che potrebbe aiutare anche nel "dimagrimento"… allora tanto vale assumerla, perché nel peggiore dei casi "male non fa… anzi".

Potrebbe capitare però il mio medico me ne sconsigli l'utilizzo, ecco la facile costruzione del pensiero "quel bigotto del mio medico, che peraltro è in sovrappeso, non si aggiorna e non ne capisce nulla, ora vado in farmacia e la prendo ugualmente".

Qui scatta un grosso ma… la trimetilammina (TMA) è tra le principali cause dell'insorgenza dell'aterosclerosi, con tutte le potenziali avverse conseguenze, inclusa la morte del soggetto per la possibile conseguente ischemia (infarto). Il rischio si concretizza quando la TMA diviene TMAO (ossido di trimetilammina), incrementando sino a triplicarlo il rischio di eventi cardiaci avversi nei soggetti con livelli più alti della media2 . La conversione da TMA a TMAO vede il ruolo centrale dei batteri intestinali (microbiota) che impiegano L-carnitina come substrato di partenza producendo (con una serie di reazioni che coinvolgono anche altre strutture) TMAO come risultato del processo.

Esistendo centinaia di specie batteriche intestinali, il ruolo e il processo sopra descritto è connesso a specifiche specie batteriche, le quali possono differire da individuo a individuo in modo considerevole come conseguenze di varia natura, e tra queste anche sulla base della comune alimentazione sostenuta dal soggetto. Ad esempio nei vegani e vegetariani un differente microbiota induce in maniera assai meno importante i rischi connessi alla L-carnitina, perlomeno fin tanto non dovessero decidere di modificare la loro alimentazione.

Ecco che il medesimo prodotto può essere positivo o negativo sul medesimo organo bersaglio: il cuore, il mio medico lo sapeva, io (pur avendo letto su PubMed quanto bene faccia la carnitina magari lo ignoravo, ergo… non è il medico bigotto, ma io ignorante e saccente!)

Anche questa descrizione è una evidente semplificazione, perché già in questo modo il post è talmente lungo che rischia di non esser letto, figurarsi addentrandosi nei dettagli e nei processi fisiologici (che in ogni caso non sono segreti e potete agevolmente reperire).

Pertanto, prima di leggere un titolo (neppure l'articolo che segue, solo il titolo) per poi ergersi al di sopra di una intera categoria professionale… prendetela questa laurea in medicina, se ci sono riusciti quei bigotti che ora hanno il camice bianco, per voi sarà una passeggiata!

______________
1 Karimian J, Esfahani PS., Supplement consumption in body builder athletes.J Res Med Sci. 2011 Oct;16(10):1347-53.
2 W. H. Wilson Tang et al., Intestinal microbial metabolism of phosphatidylcholine and cardiovascular risk., N Engl J Med. 2013 Apr 25;368(17):1575-84




© Pierluigi De Pascalis

Ultima modifica 27/06/2018 author


« Post Precedente Post Successivo »


 

    Ulteriori informazioni
Resta aggiornato: inserisci il tuo indirizzo e ricevi un'e-mail ogni volta che è disponibile un nuovo articolo.




Ai sensi del Art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR) La informiamo che:
PRIVACY POLICY La presente informativa viene resa in ossequio all'art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR), ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) agli utenti che accedono al sito web www.depascalis.net ed è relativa a tutti i dati personali trattati secondo le modalità di seguito indicate. IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO Il Titolare del trattamento dei dati personali raccolti è Pierluigi De Pascalis, Via M. Gandolfi, 28/2 - 40050 Castello D'Argile BO pierluigi@depascalis.net DATI RACCOLTI I dati personali trattati sono raccolti in quanto forniti direttamente dall’interessato o forniti automaticamente. I dati forniti direttamente dall’interessato sono tutti i dati personali che siano forniti al Titolare del Trattamento con qualsiasi modalità, direttamente dall'interessato. In particolare sono raccolti e trattati i seguenti dati personali: - elenco dati raccolti : nome, cognome, email, provincia di residenza. I dati raccolti automaticamente sono i dati di navigazione. Tali dati, pur non essendo raccolti al fine di essere associati all’identità dell’utente, potrebbero indirettamente, mediante elaborazione e associazioni con dati raccolti dal Titolare, consentire la sua identificazione. In particolare: - elenco dati raccolti, indirizzo IP, browser, area geografica di connessione, referal link. In seguito all'invio di newsletter, la piattaforma utilizzata consente di rilevare l’apertura di un messaggio e i clic effettuati all'interno della newsletter stessa, unitamente a dettagli relativi all'ip e al browser/device utilizzati . La raccolta di questi dati è fondamentale per il funzionamento dei sistemi di rinnovo implicito del trattamento (vedi la voce Modalità del Trattamento) e parte integrante dell'operatività della piattaforma di invio. BASE GIURIDICA E FINALITA’ DEL TRATTAMENTO I dati sono trattati esclusivamente per le finalità per le quali sono raccolti, come di seguito descritte. Utilizziamo i dati forniti dagli interessati per: • Invio di newsletter a carattere informativo e/o promozionale • solo in caso di specifico consenso dell’utente, per permettere l’adesione a servizi specifici e ulteriori quali l’invio di future comunicazioni informative e promozionali via mail o mediante strumenti elettronici. Il conferimento dei dati elencati nella sezione “Dati Raccolti” per le finalità di cui ai punti n. è obbligatorio per consentire all'utente di accedere al servizio. Per tale ragione il consenso è obbligatorio e l’eventuale rifiuto al trattamento ovvero il mancato, inesatto o parziale conferimento dei dati potrebbe avere come conseguenza l’impossibilità di una corretta erogazione del servizio. Il conferimento dei dati per le finalità di invio newsletter per scopi promozionali, informativi o di ricerca è facoltativo ed il rifiuto a prestare il relativo consenso al Trattamento darà luogo all’impossibilità di essere aggiornati circa iniziative commerciali e/o campagne promozionali, di ricevere offerte o altro materiale promozionale e/o di inviare all’utente offerte personalizzate. Pierluigi De Pascalis non fornisce a terze parti nessuna delle informazioni degli utenti senza il loro consenso, salvo ove richiesto dalla legge. E' in ogni caso esclusa la diffusione e il trasferimento dei dati al di fuori dello spazio UE. REVOCA DEL CONSENSO L'interessato può revocare il proprio consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali e commerciali immediatamente, inviando richiesta all'indirizzo email pierluigi@depascalis.net oppure cliccando sull'apposito link di disiscrizione che potrà trovare nel footer di ogni mail promozionale, informativa, e commerciale ricevuta. MODALITA’ DEL TRATTAMENTO I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti, prevedendo in ogni caso la verifica annuale dei dati conservati al fine di cancellare quelli ritenuti obsoleti, salvo che la legge non preveda obblighi di archiviazione. Il trattamento dei dati avviene di norma presso la sede domicilio del titolare, senza l'impiego di personale esterno o terze figure. L'iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell'utente, presente in ogni email, oppure dopo 12 mesi dall'ultima comunicazione di cui abbia evidenza di interazione diretta (click, apertura, risposta). Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. DIRITTI DELL’INTERESSATO Ai sensi dell’art. 7 del Codice della Privacy e dell'art. 13 GDPR ciascun utente ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei suoi dati personali, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intellegibile. In particolare, l’interessato ha diritto di ottenere da Pierluigi De Pascalis l’indicazione: 1. dell’origine dei dati personali; 2. della finalità e delle modalità di trattamento; 3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici/informatici; 4. gli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato; 5. dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. Inoltre l’interessato ha diritto di ottenere da Pierluigi De Pascalis 1. l’aggiornamento, la rettificazione ovvero l’integrazione dei propri dati; 2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge; 3. l'accesso ai propri dati e cioè la conferma che sia o meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano; 4. la limitazione del trattamento, 5. la portabilità del dato, cioè il diritto di ricevere in formato strutturato i dati personali che lo riguardano; 6. diritto di reclamo all'Autorità di controllo. Infine l’interessato ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. In particolare l'interessato ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario commerciale o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. Le richieste di cui ai punti precedenti dovranno essere inviate via email all’indirizzo Pierluigi De Pascalis AGGIORNAMENTI E MODIFICHE Pierluigi De Pascalis si riserva il diritto di modificare, integrare o aggiornare periodicamente la presente Informativa in ossequio alla normativa applicabile o ai provvedimenti adottati dal Garante per la Protezione dei dati personali. Le suddette modifiche o integrazioni saranno portate a conoscenza degli interessati mediante link alla pagina di Privacy Policy presente nel sito web e saranno comunicate direttamente agli interessati a mezzo email. Invitiamo gli utenti a prendere visione della Privacy Policy con regolarità, per verificare l’Informativa aggiornata e decidere se continuare o meno ad usufruire dei servizi offerti.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali Art. 13 del Regolamento 2016/679 (GDPR)

Nessuna pubblicità, niente spam!

Altri progetti e attività

Libri:

A scuola di fitnessA scuola di fitness. Ed. Calzetti Mariucci
5a edizione - 2018
( Elenco dei libri pubblicati)


Personal Trainer
Personal trainer: come sceglierlo, come diventarlo. Ed. Calzetti Mariucci
2a ed. - 2a ristampa Dicembre 2016
( Elenco dei libri pubblicati)


Vigoressia
Vigoressia - quando il fitness diventa ossessione. Ed. Pensiero Scientifico
Giugno 2013
( Elenco dei libri pubblicati)


Brevetti:


Modello di utilità di contenitore per alimentiCoideatore di un contenitore per alimenti liquidi che impedisce l'avaria dell'alimento non utilizzato.
( info)


Modello di utilità dischi per bilancieri con volano internoIdeatore dei dischi per manubri e bilancieri con volano asimmetrico interno.
( info)


Modello di utilità contro errori nelle emotrasfusioniIdeatore del supporto per sacca e ago cannula con ghiera girevole contro errori nelle emotrasfusioni.
( info)


Software:

Software Trainer ProgramSviluppo di un software per la valutazione antropometrica e funzionale di soggetti attivi e sedentari ( info).



Autore degli editoriali di NonSoloFitness. Di seguito gli ultimi pubblicati:




 email: pierluigi@depascalis.net  mobile: +39 339.47.09.234  fax: 06.23.32.84.99 -  Autore: Pierluigi De Pascalis